Il fenomeno – La rinuncia ad assortimenti vasti non inficia la qualità. E i comaschi apprezzano
Caduti i pregiudizi del passato, vi si trova ogni tipo di clientela
Sono diverse le opportunità di fare la spesa in provincia, ma c’è una realtà che, negli ultimi anni, complice anche la crisi economica e il costo della vita sempre più caro, ha subito meno cali nelle vendite rispetto ai negozi tradizionali: il discount. Per molti comaschi è anche diventato il luogo privilegiato – in sostituzione dei supermercati – per fare acquisti, tanto che la tipologia di clientela è varia. Del resto, la spesa alimentare è tra le voci che incidono maggiormente sulle

tasche dei comaschi e proprio in questo settore si registrano importanti cambiamenti nelle abitudini.
Non solo studenti e pensionati: andando a fare la spesa nei discount si può incontrare chiunque, anche impiegati e professionisti. E se, con le prime aperture, erano nati alcuni pregiudizi sulla qualità dei prodotti in vendita, negli ultimi anni hanno preso sempre più piede sul territorio, segno che la richiesta è in crescita. Pasta, biscotti, prodotti in scatola, ma anche carni e salumi. Per non parlare poi di acqua e detersivi, spesso con nomi fantasiosi e imballaggi dal design più semplice, ma non per questo di scarsa qualità. I negozi sono senza dubbio di superficie inferiore rispetto a quelli della grande distribuzione, c’è un minor assortimento di prodotti e poche casse, ma anche questo contribuisce a un minor costo per il cliente. Nessuna differenza nella modalità di scelta del prodotto rispetto ad altre realtà commerciali. Anche al discount la clientela è molto attenta, forse ancor più che da altre parti, alla provenienza (spesso i prodotti vengono realizzati negli stessi stabilimenti di quelli con marchi noti) e alle date di scadenza riportate sulle etichette, così come alle offerte della settimana che consentono di risparmiare qualche euro in più.

Francesca Guido

Nella foto:
La spesa alimentare è tra le voci che incidono maggiormente sulle tasche dei comaschi e proprio in questo settore si registrano importanti cambiamenti nelle abitudini. Da qui, il successo per i discount