Uno sguardo al futuro dell’auto, immaginarne i contenuti, prevenire i cambiamenti. Lo scopo del Los Angeles Design Challenge non cambia nel tempo. E’ una sfida tra designer un po’ visionari che, in piena libertà, provano ad immaginare e a mettere su carta le forme delle automobili dei prossimi anni, attraverso lo studio di concept car innovative e particolari.

Lo scopo è lo stesso, ma il tema del concorso cambia invece ogni anno e per l’edizione 2012 è stato chiesto alla Case di pensare a come potrebbe essere, nel 2025, la vettura della polizia americana che pattuglia le autostrade. Un esercizio di stile che ha convinto BMW, Honda, General Motors, Subaru e Mercedes a partecipare. i progetti nel dettaglio:

BMW Group Designworks USA propone la E-Patrol, un mezzo estremamente aerodinamico, con una struttura modulare, un profilo snello e che si avvale di un’efficiente tecnologia robotica. E’ una vettura ideata per essere “felina” nel traffico di Los Angeles, quindi perfetta per pedinamenti ed inseguimenti della Polizia. Con il vantaggio che, in caso di necessità, può anche spiccare il volo.

General Motors ha invece pensato ad una vera e propria squadra di tre volanti: la Volt Squad. Ideati nel Centro Stile della California, i tre veicoli futuristici sono molto diversi l’uno dall’altro, perché concepiti ciascuno per svolgere una funzione precisa.

L’Observe per pedinare il sospetto, il Pursueper inseguirlo e l’Engageper arrestarlo e portarlo in Centrale. E visto che uno dei criteri del concorso prevede che le vetture del futuro siano “ecofriendly” e rispettino le normative ambientali (sempre più restrittive in ottica futura), sotto il cofano di queste tre volanti pulsa l’ultimo nato dei motori elettrici di Casa GM, il potente Voltec.

Se Mercedes-Benz ha scelto la strada più “realistica” con l’Ener-G-Force, una vettura che si avvicina molto ai canoni estetici tradizionali, essendo basata sulla Classe G (anticipando probabilmente qualche sviluppo futuro in tale direzione) molto più “visionaria” e poco poliziesca appare la SHARC (Subaru Highway Automated Response Concept) disegnata da Subaru. Struttura leggera, zero emissioni e un look alternativo: perfetta come volante pensata per pattugliare le strade delle Hawaii.

Per finire, Honda, che ha presentato due proposte, una ideata dal Centro Stile americano e l’altra dalla Casa madre giapponese. Gli statunitensi hanno progettato la CHP Drone Squad, che si basa su tecnologie robotiche e prevede anche il “rilascio” di moto-droni pilotate dalla centrale operativa, per particolari missioni di soccorso o pedinamento.

Più robusta la 2025 Traffic Crawler dei giapponesi, spigolosa, dallo stile super futuristico e capace, come si evince dal nome, di adattare le proprie caratteristiche a differenti condizioni di traffico.

Queste vetture avveniristiche sono tutte accomunate dall’utilizzo di sistemi propulsivi avanzati, di nuove fonti d’energia e dalla praticità nei contesti urbani. Per scoprire quale progetto vincerà il concorso, bisognerà aspettare il 29 novembre, giorno di apertura alla stampa del Los Angeles Auto Show.

di  Marcello Maccaferri