Si è tenuta a Milano presso la Sala Conferenze Palazzo Turati della Camera di Commercio, la giornata dedicata a “Contenuti e servizi innovativi in formato digitale: 170 Nazioni a confronto” nell’ambito della quale sono stati assegnati i prestigiosi riconoscimenti eContentAward 2012 selezione nazionale in vista di World Summit Award (WSA), il concorso che coinvolge 170 nazioni, è stato istituito nel 2003 dalla Presidenza Austriaca di turno del Parlamento Europeo in occasione del Summit Mondiale della Società dell’Informazione con l’obiettivo di contribuire a colmare il divario digitale nel mondo.

Grazie ad una capillare rete di contatti ed esperti distribuiti in circa 170 nazioni, l’osservatorio di WSA raccoglie i prodotti selezionati attraverso la scelta diretta operata dall’esperto nazionale oppure dai vincitori di concorsi e di selezioni attivate a livello nazionale, di cui eContentAward è la selezione per l’Italia. Ciascuna delle otto edizioni di eContentAward sino ad ora realizzate ha ricevuto l’adesione del Presidente della Repubblica.

Per l’edizione 2012 hanno concesso il patrocinio: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero degli Affari Esteri, Ministero dell’Interno, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ministero dello Sviluppo Economico. L’osservatorio e la selezione dei prodotti operano in collaborazione con: European Academy for Digital Interactive Media, International Center for New Media, World Summit Award, World Summit Mobile Award, World Summit Youth Award, European Youth Award, Global Forum, OCCAM Infopoverty Programme.Iniziative come il WSA contribuiscono in modo attivo a divulgare la capacità creativa e di innovazione dei cittadini, delle imprese e anche delle istituzioni, sia a livello cittadino sia a livello internazionale e il “confronto” con altri 170 nazioni arricchisce in modo concreto la nostra realtà .”

“Questa iniziativa dedicata alle imprese – ha dichiarato Giorgio Rapari, consigliere della Camera di commercio di Milano – vede insieme le istituzioni del territorio: l’innovazione rappresenta un elemento determinante per superare la crisi e rendere più competitivo il nostro sistema economico”. Il Dott. Silvio Passalacqua ha ricevuto ben 10 riconoscimenti per aver realizzato prodotti e servizi di altissima qualità e innovazione tecnologica.

Tra i prodotti premiati come si può vedere dalla Classifica riportata sul sito ufficiale www.econtentaward.it spiccano : nella categoria eCulture and Heritage con www.hoax.it al quarto posto. Per la categoria eInclusion and Participation il nuovo social nework per il rispetto dell’ambiente e degli animali http://social.forgreenword.it ha ricevuto una menzione speciale. Nella categoria eLearning and Education si è classificato al 3 posto ottenendo una targa con eLearning Project in Moodle 2 un progetto sviluppato per l’Università Kore di Enna.

Nella categoria eScience and Technology ha ottenuto una targa per aver realizzato www.fainnovazione.com che si occupa di intercettare i fenomeni di cambiamento e segnalare ciò che fa davvero innovazione in modo particolare nel campo dell’ICT. Nella categoria Fight Poverty Hunger and Disease, ha ottenuto una menzione speciale con il sito www.lemanipulite.it sito inspirato al global handwashing day iniziativa promossa dall’Unicef. Nella Categoria Create your Culture, ha ottenuto una menzione speciale per il sito www.hoax.it/bufale . Nella categoria Go Green, ha ottenuto per http://social.forgreenword.it una targa con il secondo posto per aver realizzato un social network sensibile alle tematiche ambientalistiche.

Pierpaolo Saporito, high level advisor UN Gaid, president Occam and founder infopoverty programconference, nel suo intervento ha affermato: “Questo premio, unico nell’ambito ONU, e’ importante perché non solo valorizza la creatività di aziende e singoli, ma stimola le nuove generazioni a vedere le opportunità che la rivoluzione digitale sta aprendo, contrastando così quell’onda di pessimismo che pervade l’attuale classe dirigente, che vede spegnersi il vecchio mondo nato dalla rivoluzione industriale”.