(ANSA) – MONZA, 20 SET – Compasso d’oro nel 1987 e 1995,
presente con alcune sue creazioni nella collezione permanente
del Moma di New York, ”Antonio Citterio e’ gia’ nella storia
del design made in Italy”. Ma con Patricia Viel, Citterio e’
anche autore di importanti architetture per grandi committenti,
ed e’ questo aspetto del suo lavoro che viene celebrato dal 21
settembre al 19 ottobre allo Spazio Fmg per l’Architettura di
Milano.

E’ qui che Luca Molinari presenta il ritratto di ‘Antonio
Citterio-Patricia Viel and Partners’, attraverso una selezione
dei progetti recenti. In mostra quattro spazi: il Technogym
Village a Cesena, la sede del Gruppo Ermenegildo Zegna e la
riqualificazione di Palazzo Aporti per Hines a Milano e, ad
Amburgo, il complesso residenziale e per uffici a Hafencity.

”La mostra, dedicata a quattro progetti recenti dello studio
milanese, dimostra la capacita’ che possiede l’architettura
italiana di affermare la propria statura internazionale senza
passare per le opere griffate ed edonistiche dello star
system”, afferma lo storico e critico dell’architettura, Luca
Molinari. (ANSA).