ATT74707

Sono in kazakhstan da due giorni e sto ancora cercando di mettere ordine nelle impressioni e nelle emozioni. però una cosa mi è abbastanza chiara. Qui, in questo meraviglioso e complesso paese così lontano da noi e dalla cosiddetta cultura occidentale, l’Italia è conosciuta per la moda, il design e… i Kinder Ferrero a quanto pare.

Come “documentano” le foto che ho inserito in questo post: la prima (qui sopra) l’ho scattata nel mio albergo, dove ci sono solo tedeschi e olandesi (ebbene sì), che da anni hanno colonizzato, tramite le loro aziende e i rispettivi “sistemi Paese”, il Kazakhstan. La lobby dell’albergo, che ha richiesto, per la costruzioni, qualche tonnellata di marmo, magari di Carrara, ospita una mostra sul design made in Italy. ATT24704

In giro per questa città, Almaty, l’antica capitale, ci sono insegne italiane ovunque (non solo quelle “vere”, come Emporio Armani, ma anche molte “italian sounding”). E poi (seconda foto, qui accanto) c’è il Kinder Ferrero, pubblicizzato ovunque. Però, sorpresa, nei supermercati, a parte la Nutella, cibo italiano praticamente non ce n’è. In compenso ci sono cibi in scatola francesi di ogni genere (regina incontrastata è Bonduelle) e tedeschi, che in Kazakhstan esportano di tutto dalle marmellate al caffè liofilizzato. Oltre naturalmente ad automobili, attrezzature per il giardino, sci (questa è una delle località sciistiche più famose e frequentate dell’Asia), elettrodomestici, televisori, computer…

Scrivi un commento

CATEGORIE: Dal mondo

Clicca per Condividere

  • facebook
  • twitter
  • yahoo buzz
  • friendfeed
  • ok nonotizie
  • linked in
  • RSS

Commenti

<!–

Your comment is awaiting moderation.

–>

Paese mooolto complicato con grossi rischi

La principale banca del paese bta per ben due volte non ha pagato le emissioni alla scadenza….default che è costato molto a investitori privati….e pensare che il 75% di quell’istituto è controllato dallo stato !

Il rischio paese è pari a quello della nigeria o dell’egitto …difficile farsi assicurare i crediti salvo essere mr nutella !!
Corruzione ai massimi livelli, diritto un optional, e dazi piuttosto alti !

Comunque il sistema moda nel suo complesso credo esporti in quel paese qualche centinaio di milioni di euro…
ma gli stipendi dei più, in quel paese, non credo siano sufficienti per acquistare prodotti moda italia…..
Più probabile acquistino “taroc italy” !

Buon proseguimento……

Scrivi un commento