Björk è il primo ristorante svedese in Italia. Ha inaugurato a settembre e in pochi mesi è diventata un indirizzo da non perdere. Non solo per i sapori del Nord Europa, interpretati dallo chef Mattias Sjöblom e dalla sua new nordic cuisine (la nouvelle vague culinaria scandinava sta riscuotendo grande consenso internazionale), ma anche per i sofisticatissimi interni progettati dal milanese Nicola Quadri (che li racconta nel video qui sotto).

 

Immagine anteprima YouTube

 

Il progetto della swedish brasserie nasce dalla volontà dell’imprenditrice Giuliana Rosset (suo il marchio di moda sportswear Napapijri) e dalle capacità di Quadri, architetto specializzato nel design nordico. Il risultato, arredi che ripropongono la storia del progetto nordeuropeo, con nomi che spaziano da Alvar Aalto a Arne Jacobsen. Uno stile vintage declinato in chiave contemporanea, senza concessioni alla nostalgia. Per un ambiente ricercato, dove tutto, dal marchio al packaging fino alle apparecchiature, ha una immagine coordinata di grande effetto estetico.

 

 

Il lyfestyle ispirato al passato e reinterpretato con gli stilemi e le tecnologie dell’oggi è una tendenza del momento, come ha individuato lo Speciale Cucine di CASAMICA N.°6.2012, che ha messo il neo-vintage  tra le 4 maggiori linee dell’arredo, insieme all’eco, al raw  e al professional.

Mara Bottini